Rimborso dei costi per l'inseminazione artificiale

Dalla creazione del cosiddetto Fondo IVF per il finanziamento della fecondazione in vitro nel 2002, in Austria esiste la possibilità di un sostegno finanziario per coppie che desiderano figli. Pertanto, il costo di un'inseminazione artificiale può essere parzialmente preso in carico nel caso in cui, dal punto di vista medico, siano necessari dei trattamenti mediante metodi di fecondazione in vitro per soddisfare questo desiderio. Di seguito troverete maggiori informazioni sulle condizioni in base alle quali tale sostegno è possibile.

In generale, in vista di un trattamento di fertilità, occorre chiarire quali costi possano essere eventualmente rimborsati.

  • Esiste la possibilità di utilizzare il Fondo IVF come sostegno?
  • Saranno necessari servizi che possono essere utilizzati solo per i contribuenti privati?
  • Cosa bisogna considerare quando il pagamento avviene con assicurazioni tedesche in Austria?

Rimborso dei costi tramite il Fondo IVF

Il 70% dei costi per cure e farmaci può essere finanziato tramite il fondo per la fecondazione in vitro: questo vale per quattro tentativi nell'ambito del trattamento della fertilità. La coppia che desidera figli deve quindi pagare una franchigia del 30%. La cosiddetta "Legge sul Fondo IVF" disciplina le circostanze in cui i costi del trattamento sono a carico del fondo e a chi possono rivolgersi le coppie interessate per richiedere il rimborso. Ulteriori informazioni sul Fondo IVF

Se i costi non possono essere coperti né dal fondo né dall'assicurazione sanitaria, dovrete pagare voi stessi i costi del trattamento. Come contribuenti privati, leggete le informazioni su Costi per l'inseminazione artificiale.

Siamo qui per voi!

Contattateci per saperne di più